renovatiovita

Come rimuovere l’amianto da una casa?

Rimuovere l’amianto da una casa è essenziale quando si ristruttura o si demolisce una casa o quando l’amianto è presente nell’edificio. È un’operazione pesante che richiede molta delicatezza, soprattutto a causa della tossicità dei prodotti da rimuovere. Normalmente, rimuovere l’amianto da una casa è un compito che dovrebbe essere affidato solo a un professionista che sappia rispettare le regole di sicurezza. Tuttavia, è ovviamente possibile eseguire il lavoro da soli, a certe condizioni.

Cosa significa esattamente rimuovere l’amianto da una casa?

La rimozione dell’amianto da una casa consiste nel rimuovere tutti i materiali usati nella costruzione dell’edificio e contenenti amianto. L’uso di questo prodotto minerale si è diffuso a partire dagli anni 1860 nell’industria delle costruzioni. Ma dagli anni ’80, la gente ha cominciato a rendersi conto dei rischi per la salute derivanti dal suo uso. Per questo motivo, è stato vietato in Francia a partire dal 1997, mentre le persone esposte dovevano essere protette.

Inoltre, i proprietari di abitazioni costruite prima del 1997 hanno obblighi legali riguardanti il rischio di amianto nel loro edificio. In particolare, devono garantire la sicurezza degli occupanti effettuando una diagnosi e, in caso di ristrutturazione, rimuovendo l’amianto dall’edificio.

Quali sono i veri pericoli dell’amianto?

L’amianto è un silicato fibroso resistente al fuoco e agli attacchi chimici. Poiché è così economico, fu presto usato nel bitume, nelle resine e nel cemento per la costruzione di case. L’amianto era anche usato per fare cavi elettrici, tubi, giunti, controsoffitti e isolamento termico.

Tuttavia, quando si deteriorano, le fibre possono contaminare la casa, soprattutto per inalazione. Di conseguenza, l’esposizione all’amianto può causare una serie di gravi malattie, come la pleurite e il cancro ai polmoni. Ecco perché è essenziale rimuovere l’amianto da una casa.

Come si fa a rimuovere l’amianto da una casa?

Il primo passo è quello di effettuare una diagnosi dell’amianto per valutarne la presenza nella casa. Non sarà necessario rimuovere l’amianto dalla casa se non se ne trova. Tuttavia, sarà necessario monitorare costantemente la degradazione dei materiali che possono rilasciare la sostanza tossica. Se sono presenti almeno cinque fibre di amianto per litro d’aria, la rimozione dell’amianto diventa obbligatoria.

Normalmente, i lavoratori dovrebbero essere equipaggiati per garantire la propria sicurezza in questo tipo di lavoro. Devono poi spostare i mobili e altri oggetti in casa che possono essere contaminati, e poi spolverare le aree da trattare.

Il passo successivo è il contenimento con la prova del fumo. Questo viene fatto per sigillare la superficie e prevenire il rilascio di fibre di amianto.

Poi il professionista utilizza metodi specifici per rimuovere l’amianto strappandolo o incapsulandolo per solidificare le fibre. Altrimenti, aggiungerà solo un rivestimento.

Infine, c’è la pulizia finale, un controllo finale del livello di amianto nell’ambiente, prima che i rifiuti vengano smaltiti (in modo ecologico).

Exit mobile version